lunedì 21 novembre 2016

The Design Museum _ London _ Special Preview 20November2016 _ New Opening 24November2016 _

Ogni volta che sono stata a Londra ho sempre fatto una tappa al Museo del Design... L'ho visitato così tante volte! Quel cubo bianco con all'interno ogni volta colori diversi, esposizioni diverse, concept diversi. Ci sono stata anche il suo ultimo giorno di apertura, prima del suo trasferimento nella nuova sede... Ed ora non potevo non visitare la nuova sede in anteprima. 
The New Design Museum è così diverso, ma magnifico... gli spazi enormi, i colori neutri dei materiali naturali e le forme sinuose saranno il nuovo contenitore di tantissime altre mostre di design ma anche di un'esposizione permanente accessibile a tutti. 
_ Designer _ Maker _ User _
Buona visita! 






 


...Ed ecco l'oggetto che io ho adottato :)

mercoledì 12 ottobre 2016

Happy Birthday Richard Meyer!

Oggi è il compleanno di Richard Meyer e proprio oggi sono in un posto magnifico creato da lui.
Bianco e blu, cielo e mare, silenzio, profumo e suoni d'acqua, è come un'opera d'arte. 
Nuotare in uno specchio d'acqua, all'ombra di un'architettura sensazionale, è un'emozione indescrivibile... Sembra di essere a Miami ma siamo in Italia.  Thank You Richard Meyer! 









martedì 11 ottobre 2016

Biennale di Architettura 2016 _ Venezia

Pronti per un tour a Venezia per visitare la Biennale di Architettura 2016?  
Quest'anno il curatore è Alejandro Aravena. Ho assistito ad una sua presentazione in Triennale a Milano e un suo concetto che mi ha colpito é "pensare di riutilizzare e dare una seconda vita al materiale di scarto della precedente Biennale d'Arte". 
Bella anche la frase in brochure della sua presentazione "vorremmo che la Biennale di Architettura 2016 offrisse un nuovo punto di vista".
A più tardi con qualche mia foto! 

venerdì 30 settembre 2016

Il mio nuovo tour a Londra tra Design e Architecture

Non potevo scegliere un periodo più bello per ritornare a Londra... Ci sono tanti eventi interessanti in questo periodo (16-26 settembre 2016):

- Open House 17 e 18 settembre
- London Design Biennale dal 7 al 27 settembre 
- London Design Festival dal 19 al 23 settembre
- 100%Design dal 21 al 24 settembre 
- Designjunction dal 22 al 25 settembre 
e per finire anche London Fashion Week dal 15 al 23 settembre!

Venerdi 16 Settembre, sono appena arrivata in CitizenM Tower, e decido di trascorrere qui l'intero pomeriggio, perché ha aperto da soli 2 mesi ed ha molti spazi belli dove rilassarsi e studiare il programma dei prossimi giorni :)
La parte più bella dell'hotel è il rooftop: 'Cloudbar' con vista mozzafiato su Londra; da qui si può ammirare la City e i suoi grattacieli, ma anche Tower of London, Tower Bridge, The Shard e tanto altro ancora. 
Il 17 e il 18 sveglia presto, colazione e in fila dalle 7 del mattino per visitare i mei buildings preferiti.
Ho visitato The Gherkin, Bevis Marks, 30 Crown Place, Broadgate Tower, 201 Bishiosgate, City Hall, studi di architetti e tanto altro ancora.
Dal 19 mi sono dedicata al design, ho iniziato dalla London Design biennale (alla sua prima edizione) in Somerset House. 
E poi in giro per negozi di design, arredamento (anche Italiani), aperitivi, talks... 
In CitizenM Bankside, un po' per caso, sono stata felice di partecipare al talk di JosephJoseph. 
Ho visitato in Bankside anche uno studio di architetti, tra i miei preferiti. 
Anche a 100%design sono stati molto interessanti i talks di architetti e designer, di nuovi progetti, come quello del nuovo Design Museum qui a Londra e le previsioni tendenze 2018. 
È stato tutto molto interessante!
Le esposizioni più belle e creative le ho viste a Designjunction, a partire dalle installazioni e dagli eventi dell'opening party: dove tra musica, giochi d'acqua e luci colorate si poteva gustare un gelato dai gusti e colori del tutto particolari. 
E poi in ogni zona della città ci sono negozi e spazi con installazioni e oggetti di design esposti e in vendita. I miei preferiti sono stati Vitra in Shoreditch, Tea, Jasper Morrison, Il Temporary shop Ikea. Molto interessante il talk da Molteni vicino St Giles Centre (complesso residenziale multicolor di Renzo Piano) e bello il suo aperitivo. E poi Mini Living e The Smile, Aram Store. 
In Bronpton, bella la festa e le vetrine di Conran Shop, e da Cassina c'era tra gli altri anche Patricia Urquiola. 
Nel mio hotel più volte ho visto Paola Navone... ma niente è stato emozionante come quando a New York nel mio hotel ho visto Philippe Stark e sua moglie.  
Tra un tour e l'altro non potevo non fare un salto al Cloudbar, con vista su Londra ogni volta diversa a seconda della luce, di giorno, di sera, al tramonto, con il sole. In CitizenM mi sono sentita come sempre a casa; ho conosciuto molti ragazzi gentili e affettuosi; mi hanno regalato una delle mie borse preferite e adatta a me con la scritta "I'm not a tourist, I'm a mobile citizen". Il tempo è passato in fretta, è già arrivato il giorno del rientro a casa. Dopo saluti, abbracci, arrivederci e foto vado in taxi in aeroporto a London City e per concludere in bellezza incontro Chiara Maci e Filippo La Mantia. Partire a questo'ora è piacevole perché si assiste allo spettacolo del tramonto, ma la vista dall'alto più bella è stata la London Aquatics Center di Zaha Hadid e l'ArcelorMittal Orbit di Anish Kapoor. Goodbye London ... See you soon! 
 









venerdì 2 settembre 2016

Design & Architecture _ my new tour in London

In giro per Londra tra eventi di design Open House. 
Non potevo scegliere un periodo più bello per ritornare a Londra...
Open House 17 e 18 settembre
100%Design dal 21 al 24 settembre 
Designjunction dal 22 al 25 settembre 
London Design Festival dal 19 al 23 settembre e per finire anche London Fashion Week dal 15 al 23 settembre!

Venerdi 16 Settembre, sono appena arrivata! 
Ecco la mia guida 'Open House' per i prossimi 2 giorni !!! Ora mi studio il percorso! A domani!!! 


martedì 30 agosto 2016

2 anni fa ... la mia Copenhagen!



Quale modo migliore per programmare un viaggio se non quello di seguire i consigli di chi c'è stato? Noi ti lasciamo il racconto e le immagini di Valeria, che ha vinto il nostro concorso dedicato ai 100 anni della Sirenetta e che è appassionata di architettura.
Un viaggio inaspettato alla scoperta di una Danimarca insolita. 

Aver vinto questo viaggio per me ha significato tanto: un ritorno nei posti che adoro ma anche un ritorno alla mia vita di sempre, ai miei viaggi. Ho rivisto i miei posti preferiti ma anche come sempre cose nuove. Un viaggio alla scoperta di nuove architetture, del design, dei colori, della natura e del buon cibo.

Copenaghen

Solitamente inizio il mio tour da DDC o da Islands Brygge e dal DAC facendo una sosta obbligata dal chiosco dei piselli freschi sul ponte Skt Annae Gade. Non vado nei posti soliti che visitano tutti, mi piace girovagare per quartieri nuovi, a volte ancora in costruzione. Vado in giro a piedi o con i mezzi pubblici; a Copenhagen mi piace prendere la metro (senza guidatore) e sedermi davanti per scattare foto.

Questa volta ho preso spesso L'Harbour bus 991 e 992, comodissimi per fare un giro tra le architetture che preferisco.
Si può prendere l'Harbour Bus 991 per Tegelholm da Nyhavn (vicino il nuovo auditorium Skuespilhus), passare dal Black Diamond, da Islands Brygge, dalla Gemini Residence e da FiskerTorvet (dove c'è la nuova pista ciclabile sospesa sull'acqua, Cykelslangen, ma anche Havneholmen, e il Bryggebroen bridge) e continuare il tour verso Teglholmen per vedere altri nuovi quartieri (Metropolis, Sluseholmen e Teglholmen). Al ritorno si può prendere il 992 e arrivare fino a Operaen o fare una sosta al Black Diamond, per vedere l'ampliamento della biblioteca "The Royal Library".
Consiglio di fare una passeggiata verso le 18/19 ad Island Brygge dove d'estate ci sono sempre eventi e i prati pieni di gente che fa il barbecue, di gente che va in bici e ragazzi che si tuffano in acqua; qui c'è anche l'Harbour Bath: piscine ricavate nel canale con trampolini di varie altezze.

Per la cena suggerisco, oltre al ristorante dell'Operaen e dello Skuespilhus, anche Søren K all'interno della Biblioteca Reale (il Black Diamond) e Alberto K al 20º piano del Radisson Blu Royal (l'hotel progettato da Arne Jacobsen) vicino alla stazione centrale e al Tivoli.
Suggestiva anche una cena al Royal café sempre del Royal Hotel seduti vicino le vetrate per osservare il passaggio di bici e pedoni.
Otimo brunch o cena anche da Jamie Oliver c/o Scandic Front. Per risparmiare: cena a metà prezzo nel weekend da Dalla Valle. Ma consiglio anche una pizza al nuovissimo Brøl (hotel Skt Petri), o ancora un brunch in libreria da Paludan Bogcafe.
A Nyhavn, dove ci sono le caratteristiche casette dai colori pastello con i tanti locali dove bere e cenare, consiglio il locale Øl & Grill con buffet e grigliata di salmone e carne.

Shopping a Copenaghen

Arrivando con la metro a Konges Nytorv si trova il magazzino Magasin du Nord e poi possiamo percorrere la strada pedonale Stroget Ostergade Amagertorv ( la zona pedonale più grande d'Europa) con grandi magazzini, negozi di design, abbigliamento e bar; belle anche le traverse e le stradine più interne come Pilestræde, Ny Østergade, Gammel mønt, Vognmagergade, Nytorv, Vestergade, Krystalgade, Store Regnegade, Kompagnistraede, etc.
I miei negozi preferiti sono Magasin di Nord, Illum, Hay, Illums Bolighus, Royal Copenhagen (con giardino e bar),Nørgaard Strøget, Normann store, Storm, Filippa K, Acne Studio, Cos, Casa shop, Bang & Olufsen, Liebe, Anne Black.
Dopo un pomeriggio di shopping suggerisco una pausa café da café Europa, o pausa tea da A.C. Perch's Thehandel con una scelta di profumatissimi e ottimi dolci, o pausa cioccolata da hotel Chocolat, o ancora una pausa da Joe & The Juice x sandwich e succhi preparati al momento. Per un ottimo pane e prelibati scones si può fare una sosta da Lagkagehuset, Holm's Bager e Emmerys.

Per le nuove architetture interessante è anche il tour con la metro 1; si passa per la zona universitaria IT University, DR Byen, DR Byen Concert Hall di JeannNouvel. In Ørestad ci sono nuove costruzioni VM bjerget housing: abitazioni con balconi triangolari, altre abitazioni VM Mountain, Orestad Gymnasium; Bella center e il centro commerciale Field's e poi ancora a Vestamager, 8Tallet. 
Molto suggestiva l'architettura di "The Blue Planet ", la cui visita si può abbinare ad una passeggiata rilassante sulle spiagge Amager.
Un po' fuori Copenhagen, a Humblebaek (raggiungibile con treno) c'è il Luisiana Museum, bello da vedere oltre che per le opere esposte anche x la location; è infatti immerso in un parco che affaccia sul mare.

A 3 ore di treno da Copenhagen c'è Aarhus

Ad Aarhus c'è un bellissimo museo l'ARoS (il museo più grande del nord Europa) con un arcobaleno sul tetto ! Un tunnel circolare colorato da cui è possibile ammirare il panorama attraverso tutti i colori del l'arcobaleno. 
Vicino al museo c'è un teatro molto carino con un bel bar; ci sono dei bei parchi. Molto bello il Radisson Blu Scandinavia, che si trova in una galleria. In alcuni giorni della settimana nel ristorante dell'Hotel si possono degustare carne, pesce e patate
preparati dallo chef al barbeque.
Bello il centro storico, tranquillo, con bei negozi; i caffè e ristoranti (tra cui Grappa e il Piccolo Grappa) affacciano sul canale. Anche ad Aarhus ci sono la sala da tea A.C. Perch's Thehandel, Lagkagehuset, Emmerys e Joe & The Juice. 
Interessanti esempi di architettura moderna sono i nuovi quartieri di appartamenti costruiti con vista mare: The Iceberg o Isbjerget e LightHouse.

Danimarca, 10-20 Luglio 2014 by Valeria Francione


http://www.visitdenmark.it/it/danimarca/diario-di-viaggio-di-valeria-vincitrice-del-concorso-la-sirenetta 

martedì 23 agosto 2016

My secondhome in the World ... CitizenM

È bello andare a New York, Londra, Rotterdam, Amsterdam, senza dover cercare un hotel e sapere esattamente dove andare. Lo stesso vale un po' per tutte le mie città preferite: Parigi, Copenhagen,  Malmö, Cannes, Nice, Stochkolm,  Ärhus,  Oulu,  Berlin, Hamburg, Amsterdam, Graz, Lucerne, Genève, ... e tante altre. 
In ogni città ho il mio hotel preferito, che è come una mia seconda casa, ...spesso ho anche la stessa camera. 
Mi piace visitare e provare i vari hotel di design, ma quando trovo quello giusto non cambio più! A Londra e a New York sono stata in vari hotel di design, molto belli, ma ora ho trovato il mio hotel perfetto,  la mia seconda casa: CitizenM !
CitizenM è perfetto! 
La hall dei CitizenM è un open space molto ampio tra reception (con fast check-in) e bar, ci sono librerie, tavoli, sedie e divani tutti di rigorosamente di design firmati Vitra; è un mix di Arte e Design, ci si perde tra opere d'arte e libri.
Dal nero, rosso e legno naturale degli spazi comuni si passa al total white delle camere, che si possono personalizzare con luci e musica.
A Londra  in  CitizenM Bankside ci vado dal 2012 (data della sua apertura). 
Qui mi sento davvero a casa, ci sono stata più volte e la gente che ci lavora è giovane e molto simpatica, spesso ritrovo le stesse persone e la sera, al rientro è piacevole parlare con loro. 
Bankside poi, è una delle mie zone preferite, ci sono nuove costruzioni, studi di architetti, c'è la Tate Modern, Millenium Bridge, Borough Market, ci sono i mei posti preferiti dove mangiare.
Si può passeggiare fino a More Place, al Design Museum (chiuso da luglio 2016  per riaprire a novembre in una nuova sede in Kensington);  si arriva a piedi al "the Shard" e oltrepassando il Tamigi si arriva alla "City".
Nel 2014 CitizenM ha aperto anche a New York, in Times Square e stavo per andare proprio a maggio, quando aveva appena aperto, ma poi ho dovuto rinviare ad Ottobre. Ci sono ritornata ancora 2 volte, in maggio 2015 e Maggio 2016. Anche qui il personale è molto gentile e simpatico, si è creato un feeling con il direttore e altri 2 ragazzi quindi ci siamo scambiati vari regali. 
Anche a Londra si è creato un bel rapporto di amicizia con varie ragazze e anche con loro ci siamo scambiati regali. 
Sono stata anche al CitizenM di Amsterdam una volta ed ho visitato CitizenM a Rotterdam e a Paris CDG. Ora non vedo l'ora di provare il nuovissimo a Tower Bridge (che ha  aperto in luglio) e Shoredich (che apre a Settembre), anche se mi mancherà Bankside, la sua gente e la sua atmosfera. 
Presto ci saranno nuove aperture a NewYork, Parigi, Milano e vorrei  provarli tutti. Aspetto che aprino in tutte le mie città preferite!
Un saluto a tutti i miei amici di CitizenM e... Buon Viaggio nelle mie città preferite! Valeria



domenica 21 agosto 2016

un anno fa in Expo2015Milano ...qualcosa di mio

Succedeva un anno fa in Expo.
A giugno dopo circa un mese dalla apertura di Expo sono stata intervistata come visitatore seriale di Expo. Ho descritto le mie giornate tipiche in Expo, le mie esperienze, le mie visite nei padiglioni e la partecipazione ad eventi... quei momenti irripetibili e indimenticabili.



E poi... il 18 agosto 2015 un trafiletto sul Corriere della Sera annunciava che quel pomeriggio io avrei partecipato ad arte in diretta presso Casa Corriere  in Expo...
Che bello! Anche perché sulla stessa pagina c'erano foto e nomi di tutti i vip che avevano visitato Expo fino ad allora.


... Così il 18 agosto ho fatto la mia arte in diretta a Casa Corriere e su una tela 2mtx2mt  ho dipinto e incollato i mei ricordi di Expo. L'opera è  stata  esposta in CasaCorriere per oltre un mese e poi è andata in trasferta in una galleria di Locarno...


Grazie per avermi seguito in questo viaggio! 



sabato 13 agosto 2016

Milano _ in giro in bici tra le nuove architetture


Vado in giro per Milano sempre in bici; le mie passioni sono l'architettura moderna e contemporanea, la moda e il design, quindi non posso che consigliarvi questo mio tour...
Arrivo in bici da Viale Pasubio dove sta per aprire la nuova sede Feltrinelli Porta Volta  e Microsoft, uno stabile in vetro e cemento  progettato dagli svizzeri Herzog & De Meuron Mi fermo per una colazione da Princi (la famosa panetteria milanese ridisegnata da Antonio Citterio), in piazza XXV Aprile, dove se si vuole fare shopping tra oggetti di design e food si può andare da HighTech  e  da Eataly Smeraldo 
Prose per corso Como tra vetrine di vari store di abbigliamento e Café con spazi dehors una sosta da 10 Corso Como Qui è d'obbligo tra moda, design, galleria d'arte, café, ristorante, giardino e terrazza ...non manca nulla in questo Concept store ex officina della Renault, c'è anche un piccolo hotel 3Rooms.
La passeggiata prosegue verso la “nuova Milano” passando tra le Residenze di Corso Como, firmate dallo studio Muñoz + Albin Architecture & Planning. Questi nuovi edifici accolgono anche il primo esempio di 4@1 Home realizzato da Dolce Vita Homes, le innovative residenze di circa 40 m² ispirate agli interni nautici con sistemi di automazione domestica avanzata.
Sotto le residenze ci sono ancora negozi di moda con grandi vetrine a doppia altezza.
Alle spalle delle residenze c'è la Corte Verde di Corso Como, progettata da Cino Zucchi Architetti.
Passando invece davanti al Virgin Active Classic si può ammirare l'edificio AXA, la stazione Porta Garibaldi, i due edifici gemelli rivestiti di pannelli solari e Bosco Verticale. 
Arriviamo quindi in Piazza Gae Aulenti, non prima di aver ammirato la scultura delle trombe dorate dell'artista Alberto Garutti che collegano i piani interrati alla superficie e consentono di sentire i suoni tra i vari piani. 
Piazza Gae Aulenti, é una piazza circolare tra grattacieli, vasche d'acqua, giochi di luci e installazioni artistiche. Una panchina-scultura corre intorno alle tre fontane circolari con al centro il Solar Tree, l'albero tecnologico che illumina la piazza grazie alla luce solare, progettato da Ross Lovegrove e donato da  Artemide alla città di Milano.
Nelle tre fontane ci sono giochi d'acqua, luci e musica e nelle giornate calde tanti bambini giocano e si bagnano. 
La torre più alta della piazza è la torre Unicredit, progettata da Cesar Pelli.  
Nella piazza ci si può rilassare per un break nei vari bar all'aperto e fare un giro da RED Feltrinelli (Read, Eat, Dreams).
Bianco e dalla forma semplice e sinuosa è l'edificio progettato da Piuarch che ospita show-room e negozi dagli spazi enormi tra cui Nike, Muji e tanti altri. 
Di fronte c'è il nuovo Unicredit Pavilionprogettato da Michele De Lucchi in collaborazione con Tekne è come un enorme seme appoggiato sulla bianca pavimentazione. È tutto in legno, anche internamente, è uno spazio multifunzionale dove si alternano concerti, mostre, eventi interessanti.  Da qui si può ammirare ancora  Bosco Verticale, le due prestigiose torri ricoperte di verde firmate da Stefano Boeri; è questo un progetto innovativo che propone un nuovo modo di abitare "urbano", nel cuore della città e circondati dal verde. Accanto a Bosco Verticale c'è il nuovo quartier generale di Google Italia, nell'edificio progettato da William McDonough + Partners
All'ombra di Bosco Veeticale c'è un bel parco giochi per bambini e la Casa della Memoria, e attraversando la strada (e la pista ciclabile) la  Fondazione Riccardo Catella, un piccolo edificio Liberty, circondato da un giardino pubblico,  e con al suo interno il ristorante Ratanà dove la cucina milanese viene reinterpretata in maniera contemporanea.
Sempre in via De Castillia c'è anche l’Incubatore per l'Arte, uno spazio dedicato ad attività sociali, culturali e di imprenditorialità artigianale legate al tema della sostenibilità ambientale e del volontariato.
Non può mancare una visita della Piazza coperta di Palazzo Lombardia, un grattacielo a zero emissione, nato dalla collaborazione tra Pei Cobb Freed & Partners di New York e Caputo Partnership; qui si può salire al 39° piano e accedere al Belvedere per ammirare Milano dall'alto. Non  molto distante da qui c'è il  grattacielo Pirelli di Giò Ponti, con al 31º piano un spazio suggestivo progettato dallo studio De8 architetti, da cui ammirare ancora una volta Milano dall'alto. 
Ritornando in piazza Gae Aulenti, passiamo sulla passerella ciclo-pedonale sospesa sul traffico di Melchiorre Gioia per proseguire  verso Porta Nuova Varesine, con le sue tre torri residenziali: Solaria, Solea e Aria, progettate dallo studio di Miami Arquitectonica, in collaborazione con lo studio milanese Caputo partnership
La realizzazione delle aree comuni e degli interni è stata curata da Dolce Vita Homes insieme ai partner Antonio Citterio Patricia Viel and Partners e Coima mentre la sistemazione paesaggistico-ambientale è firmata da  land srl.
Qui ci sono anche le Ville di Porta Nuova, progettate dallo Studio M2P Associati,  il ristorante stellato Berton e il "Mall", lo spazio multifunzionale per eventi, esposizioni e fiera, fino ad arrivare alla  Diamond Tower firmata Kohn Pedersen Fox Associates; un mini grattacielo dalla forma geometrica irregolare e sfaccettata in vetro e acciaio. 
Per godersi un'ultima vista sul nuovo skyline di Milano, meglio se al tramonto, non può mancare un aperitivo al Radio Rooftop al 10º piano del  Melià !
Come dicevo vado sempre in giro in bici e sono felice di poter fare un nuovo tour grazie alla nuova pista ciclabile che circonda Parco Sempione passando per Expo Gate, La Triennale, Torre Branca, fino ad arrivare a City Life dove oltre alle residenze Hadid di  Zaha Hadid e alle residenze Libeskind di Daniel Libeskind si può ammirare la nuova Torre Allianz progettata dal giapponese Arata Isozaki  e Andrea Maffei, che con i suoi 50 piani per 202 metri, è l’edificio più alto d’Italia. Accanto, ancora in costruzione c'è la Torre Zaha Hadid che sta prendendo forma !  
Il tour, non più in bici, può continuare alla  Fondazione Prada, al  Mudec, da  Armani Silos ...
ma di questi spazi vi racconterò la prossima volta :)

Intanto mandatemi pure le vostre impressioni!

A presto, Valeria